Passa, passa, passa, poi imprechi, ma non passa mai! La tua è fame sveglia..cazzo..no non va a dormire lei! Sogni, sogni, sogni ma sai già poi quanto costano: qualche notte in piedi a sopravvivere al fatto che non la è realtà e la conosci già la fine che farà la tua forza di volontà..andrà a farsi fottere.
Ti dicono "sii forte", si, son bravi a parlare. Che ne sanno che hai dentro te?! In quel frigo si freddano le lacrime, in dispensa rinchiudi le tue ansie e poi sotto il letto nascondi la tua polvere, poi non dormi, ti chiudi e rifletti. E' la vita che unita al dolore si ciba di te e della tua strada sbagliata e continui a pensare, placando il tormento, che bello se non fossi mai nata..
Salpa, salpa, salpa il raziocinio toglie l'ancora. Da una cerebrale come te nessuno se lo aspetta. Parli, parli, parli sei un vulcano inarrestabile! Treno più che rapido, efficiente, poco timida. Ma ti hanno detto mai che devi amarti un po'? Puoi rallentare e puoi pensare un po' più a te. Che sicurezza mostri se i casini sai risolvere, ma i problemi tuoi non li affronti proprio mai?!
In quel frigo si freddano le lacrime in dispensa rinchiudi le tue ansie e poi sotto il letto nascondi la tua polvere, poi non dormi, ti chiudi e rifletti. E' la vita che unita al dolore si ciba di te e della tua strada sbagliata e continui a pensare, placando il tormento, che bello se non fossi mai nata. E non passa più e non cambia mai! Cuore nello stomaco, testa senza eroi.
E' la vita che unita al dolore si ciba di te e della tua strada sbagliata e continui a pensare, placando il tormento, che bello se non fossi mai nata.
E la smetti? Rilassati! Forza reagisci! Sei te che condizioni la tua strada. E su prova a pensare che bello sarebbe se invece amassi di più la tua vita..



martedì 1 marzo 2011

Beautiful nightmare

Prendo una barretta di cioccolato, una di quelle super caloriche che non mi piacciono neanche perchè troppo nauseabonde, la infilo in bocca di nascosto e mastico. Mi impiastriccio la faccia con quella cosa dolce che proprio non vuole scendere per la gola. Si avvicina la mia migliore amica spuntata da chissà quale angolo e con tono disprezzante mi ammonisce: -Sei ingrassata un casino sai? E se continui così diventerai obesa.-
Lei non lo sa. Non immagina neanche il grande potere che ho sul cibo. 
Scompare improvvisamente e io noncurante mi affretto ad andare nel bagno della mia scuola.
Vomito. Vomito il cioccolato, lo stomaco, i polmoni, il cuore. Vomito l'anima.
Manca il respiro. E' come se fossi morta all'istante.
Mi sento estremamente bene in questa angoscia, in questo silenzio.
Sono finalmente appagata. 
Sento le ossa. Sono magra, magrissima e mi piaccio.

Suona la sveglia.

La bella sensazione sparisce poco a poco e io ritorno alla realtà.
Perchè questo sogno così inquietante mi provoca un piacere immenso?

5 commenti:

  1. Ciao Tesoro! il piacere brobabilmente è dato dal fatto che mangiare e poi vomitare ci fa capire che abbiamo ancora il controllo su qualcosa, l'hai detto anche tu: "Non immagina neanche il grande potere che ho sul cibo"...e anche se are un sogno provi comunque la stessa sensazione...
    1bacione (spero di essere riuscita a spiegarmi)..

    RispondiElimina
  2. Anche io una volta ho fatto un sogno simile.
    Ultimamente invece, vomito qualche pasto a caso: a volte la colazione, a volte la cena...
    Mi impedisce la disperazione, il pensare che quelle maledette calorie rimaranno nel mio corpo fino a domani avendo tempo di trasformarsi in grasso.
    Ma non mi piace vomitare ed è anche da due giorni che cerco di non farlo.
    Sono contraria.

    Il tuo sogno ti ha dato piacere appunto perchè con il gesto del rimettere tu hai vinto sul cibo, proprio quando quello ti stava per sopraffare, quando si pensava non ci fosse nulla da fare tu sei andata in bagno e hai buttato via tutto.

    RispondiElimina
  3. Quante volte ho fatto questo genere di sogni il cui protagonista era sempre lui... il cibo.
    Tesoro, cerca di guardarti dentro e capire che quelle ossa non ti daranno la felicità! Te lo dico per esperienza personale! infatti come vedi ora sono più infelice di prima e ingrassata di dio sa quanti chili.. Coraggio. Un bacione :*

    RispondiElimina
  4. Questi generi di sogni li ho fatti anch'io però in periodi di forte digiuno. Una volta però ho perso proprio il senso della realtà perché dormivo quasi 15 ore filati e quello che avevo sognato l'ho rifatto a scuola quasi automaticamente. Stavo chiamando l'ambulanza ma li ho convinti a farmi andare a casa.

    RispondiElimina